Comune di Vedano
  • hd-servizi-sample2
  • servizi-sample1

Salta il menu »

Inserimento Disabili in Strutture Diurne

Ufficio di riferimento: Ufficio Anziani e Disabili icona per la stampa della pagina

Centro Diurno Disabili

Il Comune promuove attraverso l'individuazione di un progetto socio - educativo, nei limiti delle proprie risorse di Bilancio, l'inserimento e la frequenza di persone disabili presso scuole speciali, centri socio - educativi, cooperative assistenziali, di formazione lavoro e CDD.

Il fine è quello di mantenere la permanenza al domicilio del diversamente abile, alleggerendo anche il carico assistenziale delle relative famiglie.

Il comune di Vedano al Lambro ha stipulato una convenzione con il Comune di Lissone per la gestione del CDD di Lissone e con il Comune di Macherio per eventuali inserimenti presso il Centro Diurno presente sul territorio.

C.D.D. Centro Diurno Disabili

Il Centro Diurno Disabili si connota come un'unità di offerta semiresidenziale per disabili gravi con età superiore ai 18 anni, che presentino un livello di fragilità definito dal sistema di classificazione regionale denominata SiDi (scheda individuale delle persone disabili).

Il Centro Diurno Disabili ospita un massimo di trenta persone, sia maschi che femmine, che abbiano un'età compresa tra i 18 e i 65 anni. E' possibile accogliere ragazzi minori di 18 anni solo in casi eccezionali (come previsto dalla regione). In questa eventualità è necessario che i familiari del minore formulino una richiesta di inserimento comprovata da una valutazione specialistica che avvalli l'opportunità di ingresso del ragazzo/ragazza in una struttura per adulti.

La retta giornaliera è di 10,77 euro (comprensiva di mensa e trasporto).

Il centro offre ai propri ospiti il pranzo, anche con diete personalizzate, e i soggiorni climatici.

I singoli Comuni predispongno un servizio per il trasporto degli ospiti dal domicilio al Centro e rientro.

L'amministrazione comunale richiede alle famiglie degli ospiti un contributo per la fornitura dei servizi di pasto e trasporto sopra citati.

E' possibile che venga chiesto, si specifiche attività, un contributo alle famiglie per sostenere le spese personali degli ospiti.

I C.D.D. presenti sul territorio sono quelli di Lissone, Macherio e Verano Brianza.

Interviene nell’individuazione di strutture residenziali che possono accogliere la persona disabile in condizione di non autosufficienza riconosciuta in assenza di rete parentale atta a garantire la permanenza al domicilio.

Le strutture residenziali si distinguono a seconda della tipologia di utenti accolti in Comunità Alloggio, Comunità Socio Sanitarie (CSS) e Residenza Sanitarie per Disabili (RSD).